Monday, May 31, 2010

L'equazione senza variabili


Ancora una volta dobbiamo assistere al massacro. Quali missili invocheranno adesso i macellai israeliani per giustificare questo eccidio? Volontari, pacifisti, giornalisti. 19 persone uccise in acque internazionali. Perchè? Per impedire la dignità di un popolo. Per le scuole, gli ospedali, i medicinali, persino i giocattoli che avrebbero consentito ad popolo costantemente sotto assedio di sviluppare le condizioni di vita minime per reclamare la dignità di esseri umani. E come al solito dalla comunità internazionale arriva lo sdegno, la disapprovazione, gli ambasciatori convocati...e nulla più. Reazioni di facciata per apparire belli e giusti. Ma agli occhi di chi? Chi è rimasto su questo pianeta che non ha capito ancora che quello a cui ci si trova di fronte è un processo di epurazione etnica che non ha nulla da invidiare a quella che Adolf Hitler mise in atto contro gli ebrei durante gli anni del suo scellerato dominio?
Sionismo = Nazismo è un'equazione che non ha più variabili.

4 comments:

modesty said...

non la penso assolutamente come te.
le posizione estremiste di ogni sorta qui non aiutano a nessuno.
capisco la tua rabbia, ma dire che gli israeliano sono tutti fascisti e cose del genere è controproducente. e non vero. secondo me.

love, mod

(leggi anche le mie e magari poi ne riparliamo)

Elena said...

Mod, il 'qui' a cui ti riferisci tu è frutto di quelle posizioni estremiste. Il sionismo è estremismo. Armato per giunta. E spietato. Forte dei potentati economici che gestiscono la finanza occidentale e di fronte ai quali tutto l'occidente si mette a novanta gradi. Se una cosa del genere l'avesse fatta la marina iraniana, oggi Ahmadinejad penderebbe da una forca a stelle e strisce, come fu per Hussein. Netanyau (o come cazzo si scrive) invece non si tocca. Possono ignorare le risoluzioni dell'ONU a piacimento, nessuno gli dice niente. Possono sterminare senza motivo paesi interi, come fu per Beit Hanun, e nessuno gli dice niente. Possono usare armi proibite come il fosforo bianco contro contadini indifesi, e nessuno gli dice niente. Posso essere un pò incazzato per tutto questo? Boicottare Israele, questo bisognerebbe fare. Smettere di comprare qualsiasi cosa che abbia anche la più piccola componente con la stella di David stampata sopra, e mandarli tutti in vacca come meritano. Io ne ho pieni i coglioni di questa gente che pensa di poter scannare il prossimo rimanendo impunita. Io vivo a Gaza Mod. Ogni giorno della mia vita, lo vivo pensando a quello che deve significare vivere a Gaza. E sinceramente non me ne frega un cazzo se qualche israeliano che non è sionista (ammesso che esistano) si sente offeso dalle mie parole, perchè io non ho ospedali, non ho scuole, non ho cibo, nè acqua, nè medicine per i miei figli. E tutto perchè Israele non può esistere senza riconfermare il proprio predominio su una terra che qualche vecchio rincoglionito di due o tremila anni fa ha detto essere la terra promessa.

Lesandro said...

Scusa Mod...ero io prima...;) Ma tanto la mia Elena ed io siamo su lunghezze d'onda simili anche su questi argomenti.

Love Les

modesty said...

ragazzi, non è che dite cose non vere. è TUTTO vero quel che dite.
quel che dicevo IO è che non porta da nessuna parte dare la colpa. ne di qua ne di là.
come ho scritto oggi l'unica chance che ha quella zona è che si buttino veramente il passato alle spalle.

e che non commettano più atti di una deficienza unica prima di ancora di chiamarlo criminale come quello di oggi. (o quando gli altri fanno esplodere gli autobus con dentro i bambini che tornano da scuola - che è solo criminale).

non riesco, in questa tragedia, a dare la colpa agli uni o gli altri.

credo invece che ci siano fortissime responsabilità dei paesi potenti come l'america e anche l'europa e delle responsabilità personali di personaggi come quel netaniahu (o come cazzo si scrive) o quello che guida Hamas, o lo sceico cieco che aizzava la folla di povera gente da una sedia a rotelle oppure quello grosso capo del governo ebraico che fece la camminata sulla spianata delle moschee....
insomma. è una tragedia senza fine.

love, mod