Thursday, November 08, 2007

Il Picciotto nel presepe

E Don Salvatore Lo Piccolo ascese al Monte Etna, e quivi ricevette la Sacra Formula per l’ammissione a Cosa Nostra e i Pizzini della Legge dalle mani di Don Vito Corleone in persona.

Come siamo fortunati. Nel nostro paese certi valori vengono ancora considerati come irrinunciabili. Altro che gli Stati Uniti, dove i mafiosi si danno ad alcool, droghe e puttane senza ritegno. Diciamocelo, da noi il mafioso è una brava persona! Rispettoso della famiglia, della moglie e dei figli. Ama il padre e fa una vita casta e retta. Non ruba (agli amici) non è bordellatore e rispetta le leggi (sue). Mi par di averlo davanti agli occhi quest’uomo, sfinito da interminabili giornate di estorsioni, omicidi, attentati. Tornare a casa e sedersi sul divano insieme ai figli, con la moglie premurosa che lo omaggia di aperitivo e noccioline carezzandogli affettuosamente la nuca, mentre lui teneramente intrattiene i pargoletti con lupare giocattolo ed il kit del piccolo dinamitardo. Felice di aver ancora una volta svolto il suo compito di capo famiglia, di aver assicurato alla moglie ed ai figli un futuro dignitoso. Un quadro commovente. Quale chiesa non vorrebbe fedeli così devoti ai sacri valori della famiglia? Altro che Pacs, DICO e coppie gay! Quale paese non vorrebbe governanti così retti e senza macchia? Altro che i nostri, sempre lì a drogarsi e a scopare a destra e a manca. Impariamo da questa gente perdio! Mettiamo un picciotto nel presepe questo Natale! Proponiamo il nostro Modello finalmente! La Morale Mafiosa! Esportiamolo nel mondo! Quel mondo così freddo e corrotto, dove la gente si ostina a voler seguire le regole del vivere democratico e civile. Quel mondo dove si vive credendo di essere liberi, ma poi ti arrestano vigliaccamente se decidi di riappropriarti del tuo spazio e dei tuoi diritti, gambizzando il ‘gentile’ che non ha voluto pagare omaggio alla tua protezione, ammazzando il figlio del ‘cunnuto’ che pretende di far sapere ai magistrati i dettagli della tua onesta attività di estorsione, crivellando il giudice blasfemo o il presule eretico che cercano con tutte le forze di contaminare il paradiso mafioso con la legalità pagana ed il lavoro.

Bruciamo infine un santino e pronunciamo la Sacra FormulaGiuro di essere fedele a Cosa Nostra. Se dovessi tradire le mie carni devono bruciare come brucia questa immagine!” e ridiamo speranza a questo nostro bel paese. Per un nuovo miracolo italiano!

PS

Gianni Rodari mi perdonerà per il titolo...spero.

2 comments:

1ps said...

Scherzi?
Svelare così un segreto industriale?

Gerypa said...

Nel suo piccolo, la Sicilia, regione a statuto mooolto speciale, è all'avanguardia come modello politico in tal senso.