Wednesday, May 16, 2007

Crimen Sollicitationis



Lo so, penserete che sono monotono a parlare sempre delle stesse cose. Oltretutto non mancano gli argomenti. Mediaset si compra Endemol, gli operai continuano a morire lavorando, i nostri soldati in Afghanistan sono sempre più bersagli e sempre meno ‘costruttori di pace’ (virgolette beppegrilliane). Ma determinate cose bisogna saperle. E dovrebbero saperle soprattutto quelle centinaia di migliaia di persone che, forti della propria numerosa prole, hanno partecipato al Family Day. Devono saperle quelle persone che il 12 maggio scorso innalzavano cori e danze a Dio con affettato fervore e fastidioso autocompiacimento della propria cattolicità. Devono saperle quelle persone che si proclamano ‘fiere’ di baciare l’anello papale. Devono saperle quelle persone che sono inorridite davanti alla vignetta di Vauro che riporto in apertura del post. Devono saperle tutti.

Crimen Sollicitationis

Un documento segreto, emanato dalla chiesa nel 1962. In questo documento si dettano le linee guida che devono regolare il comportamento dei vescovi quando questi vengano a conoscenza di casi di pedofilia che coinvolgano preti della propria diocesi. Coprire, nascondere, negare. Pagare il silenzio delle vittime se necessario (7 milioni di dollari di budget stanziati nel 1996 solo per la diocesi del Minnesota!!! Ed il prete che ha denunciato tutto questo è stato allontanato dalla chiesa), minacciare le vittime per imporgli il silenzio. Punire con la scomunica chiunque mostri anche solo interesse per l’accaduto.
Per 20 anni, questo documento osceno, questa infamia, è stata IMPOSTA dal Cardinale Joseph Ratzinger! Lo stesso che oggi si spende, da papen, a favore della famiglia. Ma quale famiglia perdio!!! Quella mafiosa della chiesa forse. Ma guai a chiamarla così. Il presidente del National Review Board (Comitato Nazionale del Riesame), incaricato di investigare sui crimini di pedofilia della chiesa negli USA, accostò l’omertà e la segretezza della chiesa a quelle di Cosa Nostra, e lo hanno costretto a dimettersi.
Ma non basta. Nel 2001, sempre l’allora Cardinale Joseph Ratzinger, emana la direttiva che estende e completa la Crimen Sollicitationes, aggiungendo che tutti i casi di pedofilia che avvengano dentro la chiesa, devono essere considerati di competenza esclusiva della chiesa stessa. Ad oggi, il Vaticano ha offerto ASILO e protezione a non meno di 7 preti pedofili recidivi, negando assistenza ai legali che si occupavano di uno di essi (il Cardinale Sodano arrivò a rimandare indietro una richiesta di documenti avanzata dagli avvocati di una delle innumerevoli vittime di pedofilia 'ecclesiastica' degli Stati Uniti senza nemmeno aprirla).
Mai, in nessuna parte né della Crimen Sollicitationis, né della sua estensione, si legge una riga, una parola che sia di aiuto alle vittime. E tutto questo è avvenuto, ed avviene, su ordini di un uomo che oggi quelle persone che hanno partecipato al Family Day, chiamano ‘papa’ e venerano come il rappresentante di Cristo in Terra. Il Diavolo non avrebbe saputo fare di meglio.
Il filmato di cui vi fornisco il link è raccapricciante. Ci vuole stomaco per vederselo tutto. Me lo ha segnalato la mia amica Silvia. A lei, ma soprattutto a Colm O'Gorman, autore del video, ex vittima di abusi sessuali da parte di un prete, oggi leader politico e fondatore di One in Four, associazione per il sostegno alle vittime di abusi sessuali, va il mio ringraziamento.
Lo so, non bisogna generalizzare, esistono anche preti buoni. Ma sarebbe ora che si facessero sentire allora!!!
Vedetelo...prima che lo (mi) oscurino.

6 comments:

normanno said...

Ciao Lesandro

Non ho avuto il tempo di guardarmi quel filmato. Non ci manchero. Volevo segnalarti un articolo messicano definendo la visita del papa come un fallimento a tutti gli effetti, numericamente pure :

http://www.jornada.unam.mx/2007/05/14/index.php?section=opinion&article=002a1edi

Quello che mi stupisce è che tutte le televisioni italiane dicevano il contrario... Chi avrà ragione...

Siamo veramente nell'era della (dis)informazione.

normanno said...

Ho visto il filmato. Sarei cattolico, mi vergognerei a tal punto che mi autoscomunicherei. Per fortuna, non sono neanche battezzato.

Silvietta said...

Bel post.

Lesandro said...

Allucinante normanno. Non riesco a descriverlo in altro modo. E' addirittura arrivato a sostenere,davanti ai brasiliani, che la cultura e la religione cattoliche NON si sono imposte sulle popolazioni indigene durante la colonizzazione del sud America, ma sono state da queste serenamente accettate. Un pò come dire che la caccia alle streghe in europa non è mai esistita ed erano le streghe a presentarsi all'inquisizione ed a supplicarla di porterle al rogo.
Grazie del contributo.

normanno said...

Ormai, non riesco piu a decidere cos'è la cosa piu allucinante... La IERARCHIA della "Santa" chiesa cattolica non è alla frutta ma alla grappa e mi spiace veramente per i tanti credenti per bene.

Conosco un sacco di cattolici che non ne possono piu di vergognarsi di questi scandali o dei tanti anacronismi.

normanno said...

FYI :


http://blog.panorama.it/italia/2007/04/26/italiani-e-fede-perche-tanti-si-fanno-sbattezzare/