Friday, May 16, 2008

Bocca di rosa

E andiamo a conoscerlo dunque questo zuccherino di Ministro per i quali i tedeschi sembrano aver perso la testa. Si presenta con una intervista su la Stampa a firma di Amedeo la Mattina e risponde alle domande del giornalista rivelando finalmente il suo ego politico. Si rende conto di quanto importante sia il ruolo che le è stato assegnato, ed è preoccupata. Spera di esserne all’altezza. Chi non lo sarebbe? Ministro a 34 anni, non è da tutti. Anche se, a mio avviso, il suo sottosegretario è già da un po’ che strizza l’occhietto al Prozac. È un po’ pentita del suo passato da showgirl e, adesso, col senno di poi, si rimprovera di non aver intrapreso prima la carriera politica. In effetti non sarebbe stato un primato da poco diventare ministro prima e prendere la patente di guida poi. Ma non disperiamo. Se è vero che il suo ‘talent-scout’, il suo ‘Lele Mora’ di Montecitorio è stato Bondi, allora molto presto potremmo ritrovarci qualche sedicenne in tailleur e perizoma in bellavista in giro per il Transatlantico. È un po’ pentita di quelle foto famose che hanno cominciato a fare il giro sul web subito dopo la sua nomina anche perché, ora che siede in un ministero, le è sorto un dubbio che la tiene sveglia la notte. Ma non sarà che, per molte giovani e giovanissime, fare televisione, comparire sulla copertina di qualche giornale, infilarsi in questa benedetta casa del grande fratello, sia la massima aspirazione di vita? Lei è categorica a questo riguardo: “non è soltanto aspirando a fare la conduttrice, la cantante o la velina che si può raggiungere la massima soddisfazione nella vita. Ho rispetto per le aspirazioni di chiunque, ma ho paura che molto spesso si trasmette il messaggio che fare televisione e cinema sia la cosa che più si possa desiderare dalla vita”. Paura che toglierebbe il sonno a chiunque. Meno male che lei non c’è cascata, grazie anche ai preziosi consigli del babbo. Racconta infatti che, al momento del mistico incontro con Bondi (incontro che la leggenda vuole essere avvenuto lungo una deserta strada di campagna dove il Bondi, vestito di una tunica bianca, brandendo una spada fiammeggiante, avrebbe convertito la giovinetta con un semplice ‘Love, love, love’), lei aveva appena firmato un contratto con raidue. Presa la decisione di gettarsi anima e corpo in politica, cercò conforto nei consigli del babbo il quale, raggiunto telefonicamente, espresse il suo compiacimento (ed io me lo immagino dall’altra parte del telefono che con una mano tiene la cornetta e con l’altra stappa una magnum).
Si rende conto, il nostro ministro per le pari opportunità, che l’aspetto gradevole aiuta. Aiuta nelle relazioni interpersonali, soprattutto in un ambiente maschilista come quello della politica. Ma, rivela, una donna non dovrebbe essere giudicata solo per quello e lei farà l’impossibile per dimostrare il suo valore. Come? Ad esempio sul conflitto generato dalle due leggi, la 40 (riguardo alla diagnosi pre-impianto) e la 194 (aborto). Anche se, ci tiene a precisare, le priorità del paese sono altre. Ovvero la famiglia e la ‘denatalità’ (il calo di nascite presumo). E lei è fermamente decisa a tutelare la prima e contrastare la seconda. Come? Ma è ovvio, con incentivi salariali e sgravi fiscali per le aziende che assumono donne, risponde sorridente. E non c’è che dire, è proprio un bel sorriso.

Quale carabiniere non sarebbe triste nel portarla via?

10 comments:

Anonymous said...

Sì, decisamente sto attraversando una fase Trilussiana (ved.Ministro semplice), oggi mi ispira

La Lumaca

La Lumachella della Vanagloria,
ch'era strisciata sopra un obbelisco,
guardò la bava e disse:-Già capisco
che lascerò un'impronta ne la Storia.

Tania

Lesandro said...

e io ripeto: perchè non c'ho pensato io?

medita partenze said...

citazione trilussiana super!!!!!!

Unaperfettastronza said...

da sola non ce la farà
(vorrei la vecchia mai stata moglie)

Lesandro said...

cara sorella, da sola non sarebbe manco stata eletta.

Bleek said...

Stavo per dire che dopo le ballerine mancano i nani ed il circo è pronto...
Poi...

iggy said...

siamo un paese all'apice..
..della ridicolezza.

gisa said...

Mah...a detta di Silvio, la Carfy ha le gambe pelose. Appurata la levatura della ministrA e del suo guru, il provvedimento parioportunistico che m'aspetto è "più cerette per tutti"

Unaperfettastronza said...

che uomo di merda

Lesandro said...

lasciatelo fare, che ha invocato l'aiuto di Dio. E se Dio lo ha ascoltato, capace che lo richiama a sè...le vie del Signore sono infinite. Il tuttocittà infatti è un casino.