Monday, May 26, 2008

Oltraggio teutonico

Una catena di negozi di elettrodomestici tedesca ha realizzato una serie di spot pubblicitari per promuovere una serie di offerte promozionali su impianti televisivi in occasione dei prossimi europei. Protagonista degli spot è una specie di italiano stereotipato (nella foto) che ha mandato su tutte le furie le svariate comunità italiane residenti in Germania. Sul sito del Corriere, così vengono riassunti gli spot:

Nel primo spot il maschio italico si lamenta di non trovare nessun commesso del suo stesso sesso, perché "solo gli uomini se ne intendono di calcio e tecnologia". Quando però gli si para davanti una prosperosa commessa bionda, il pregiudizio atavico va immediatamente in frantumi: si sa, per l'italiano l'unica cosa che conta in una donna è l'avvenenza... Nella seconda avventura Toni si presenta cellulare alla mano. Si rivolge a un addetto alle vendite per girargli la domanda del suo interlocutore: "Chiede il mio amico quanto costa l'ultimo modello?". "Settecento euro ", risponde pronto il commesso. All'amico in linea però Toni tarocca il prezzo: "Dice soltanto mille euro". Italiani brava gente, e soprattutto sempre pronti a fare la cresta... Terzo capitolo. In un orrido giubbotto di pelle azzurro con maniche arrotolate, Toni se ne sta in mezzo al via vai di clienti che gli sfrecciano accanto carichi di scatoloni. "I tedeschi vanno proprio pazzi per gli Europei — dice —: tutti che comprano televisori, frigoriferi, computer... gli italiani, invece, comprano gli arbitri"

Hanno fatto bene i nostri connazionali residenti in Germania a scandalizzarsi. E' una vergogna. Nessun italiano porterebbe mai quei baffetti ridicoli!!!

16 comments:

medita partenze said...

ma un po' di sana autoironia non ce la potremmo avere? siamo proprio permalosi!

Fr. said...

Scusa, dimentichi D'Alema: portatore istituzionale di baffetti...

Lesandro said...

D'Alema non è nemmeno umano, come pretendi che sia italiano?

Anonymous said...

Perchè scandalizzarci, certo compriamo gli arbitri....quelli tedeschi, ovviamente!

Tania

Unaperfettastronza said...

vinceremo gli europei.

iggy said...

in effetti quel baffo è più polacco che italiota..

Un francese said...

I tedeschi sfottano gli italiani. Gli stessi italiani sfottano i francesi (peroni...ecc), i francesi sfottano i belgi ecc... Tutto questo deve essere preso con la giusta ironia e bisogna smettere di fare le verginelle offese! Gli italiani hanno la riputazione di essere donnaiolo e calciopoli non è successo in Zanzibar... Poi se uno se lo prende personalmente, a me fa ridere.

P.S. 1 : Sempre un piacere leggerti Lesandro.

P.S. 2 : Capisco che essere rappresentato con questi baffi sia fastidioso pero :-)).

Anonymous said...

...Ora ho 4 anni di tempo per tirarmela di fronte al mondo.
Perchè è vero, i Tedeschi hanno ragione, siamo dei PARASSITI.
Ed hanno ragione anche i cugini Francesi, siamo MAFIOSI.
Siamo Italiani, nel bene e nel male.
Però, quanto meno:
- non abbiamo nomi da froci come TIERRI', FRANSUA', ANTUAN.
- non abbiamo impronunciabili nomi da nazista come LOTAR, GUNDAM, CRASFGRANDAR.
- non abbiamo baffi biondi da tamarro.
- non portiamo il pane sotto le ascelle mentre camminiamo ......... perchè non è igienico.
- non mettiamo i sandali con le calze ....... perchè fanno cagare.
- la nostra cucina non sarà "NUVELL", ma almeno le porzioni sono umane, e non da canarini.
- anche noi abbiamo buon vino e buona birra, ma non scassiamo le palle al mondo sostenendo che siano i migliori.
- non abbiamo i coprivolante delle macchine in peluche.
- saremo anche PARASSITI, ma ogni estate non occupiamo la Toscana o la riviera Romagnola o il lago di Bolsena, pretendendo di trovare Wurstel e Crauti in spiaggia o i cartelli stradali bilingue
- le nostre donne (nella maggior parte dei casi) non hanno acconciature tardo-anniottanta o ossigenature paurose da pornodive, da noi la permanente è oramai fuorilegge, così come gli slip ascellari.
- i nostri giocatori sputano, è vero, sfottono, è vero, giocano duro, è vero. Però non tirano testate, e se lo fanno a nessuno viene in mente di premiarli come migliori giocatori di un torneo.
- se uno dei nostri giocatori prende 5 giornate di squalifica per una gomitata, non gridiamo allo scandalo, anche se la televisione che lo ha ripreso non è ufficiale. Al limite uno tira una bestemmia, ed è finita lì.
- non ce la tiriamo con tutto il mondo per una cazzo di torre di ferraglia rugginosa.
- quando un Italiano va in un altro paese, tempo sei mesi e impara la lingua. Quando un fottuto Tedesco viene in Italia, e mangia in Italia, e guida una Ferrari (macchina italiana) per sei anni, impara l'Inglese (!). Platini, LE RUA', era sì Francese, ma giocava in italia. Zidane, L'IMPERATUR, è si Francese, ma è esploso in Italia. Thierry ha giocato in Italia, Vieira pure. La domanda è: c'è qualche cazzo di Francese che è capace di imparare a giocare a calcio senza venire in Italia? Quando noi perdiamo ai rigori si chiama SFIGA. Quando vinciamo si chiama VENDETTA............ ed ha un sapore buonissimo.
- Saremo anche un paese diviso, ma non eravamo noi ad avere un muro, e non abbiamo Magrebini, Algerini e Tunisini finti-Francesi che ad ogni occasione sfasciano vetrine e incendiano le Città.
- la pizza è nostra. E' buonissima e ce la > invidia tutto il mondo.
- L'OMELETTE è solo una caz.o di frittata.
- vuoi mettere un wurstel con una soppressata Calabra?!
Potrei andare avanti all'infinito. Le differenze socio-culturali sono moltissime. Anzi, direi che come giocano potremmo inventarne sempre di nuove
(aggiungendole alla lista).
Sport:
Nel basket vanta un 3° posto all'ultimo Europeo a distanza di 52 anni dall'ultimo podio. Nella pallavolo vanta un paio di podi minori. Nel ciclismo non ha più un atleta decente dai tempi di Jalabert. L'unico tennista serio che può vantare..è donna. Sono molto fieri della loro Nazionale di Calcio che è composta tra l'altro
da:
-Zidane..che è algerino
-Thuram...che è delle Guadalupe
-Trezeguet...che è argentino
-Boumsong...che è camerunense
-Vieira...che è senegalese
-Makelele...che è congolese
-Malouda...che è guyanese
Cibo: Mangiano rane ma ultimamente stanno andando ancora un pò più in là, ingoiando dei bei rospi.
Ma per adesso va bene così........... è solo l'inizio.
Abbiamo altri 4 anni per fare quello in cui noi Italiani siamo davvero e senza ombra di dubbio gli indiscussi Campioni del Mondo: PRENDERE PER IL CULO!!!!
... ne sono rimasti altri due ma voglio godermeli tutti fino in fondo !!!
PS. con rispetto di "un francese" e sicuro che la prenderà nel giusto modo.

Anonymous said...

la firmaaaaaa!!!!
Lck

un francese said...

LCK, hai dimenticato de dire che voi ce l'avete grosso o hai pensato che sarebbe stato troppo divertente per la tua lista di... m*#%chiate? :-)) Al di la dei luoghi comuni o banalità che hai elencato, non dico che hanno fatto bene a fare questo spot con Toni l’italiano... ma non si può scandalizzare neanche tanto visto che fate lo stesso con i tedeschi, francesi, inglesi ecc... La pubblicità per il caffè con Bonolis che sfotte un scozzese, poi un svizzero, poi un americano ... Poi la pubblicità Peroni : “non siete mica francesiiiiii” e tante altre della stessa azienda.

Continui pure ad attaccare il mondo intero che mi sento più europeo per mille motivi, dunque un po’ francese, un po’ italiano, un po’ inglese... dunque quello che dici non mi tocca assolutamente.

Lesandro said...

Caro francese, spero avrai notato come, già dal mio post, tutto questo thread sia impostato alla più sana ironia ed autoironia. Non credo che nessuno voglia offendere nessuno. Fossero davvero solo questi i problemi dell'Italia, della Francia o della Germania, ci metterei la firma anche subito, come sono convinto faresti anche tu e tutte le persone che sono intervenute finora. Io per primo ho voluto evidenziare come gli stereotipi esasperati nello spot tedesco abbiano tutti, alla fine, una radice di verità. Non solo. Arrivo a dire che questo è evidente non solo nella gente comune, ma anche tra i vertici dirigenziali del mio Paese. Basta vedere la composizione dell'ultimo governo...
Un saluto e grazie per la stima

Anonymous said...

Caro Amico Francese, ho omesso di spiegare che il testo, ad eccezione delle ultime due righe era un , a mio avviso, simpatico sfottò uscito dopo la vittoria ai mondiali.uno di quei sani e, sempre a mio avviso, sfotto che, se fatti con lo spirito giusto finiscono in un bar per un caffè.
Personalmente condivido in pieno l'interpretazione che và data allo spot tedesco e che lesandro ha dato nel tag pecedente ed è con questo spirito che ho pubblicato quel testo.
Sono "Romano de Roma" ed il gusto per la battuta è nel mio DNA... quindi...
1: se è GROSSO non è merito mio ma della natura quindi, se mai, l'unico merito che mi posso prendere è la raffinata abilità nell'utilizzo.
2: io no faccio "lista di... m*#%chiate" eventualmente faccio lista di minchiate ! (ma non ve lo abbiamo insegnato l'alfabeto latino quando vi abbiamo portato la civiltà?)
3: pensa cosa potremo mai mai fare nel malaugurato caso si vincessero anche gli europei !!! ma ciò è fantascienza! voi, cari cugini, siete fortissimi, bravissimi, imbattibilissimi!!!!
;-))

tanto per chiarire:

http://www.youtube.com/watch?v=_DCwumfIXos&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=tlTTTQ-uFq0

Caro saluto

Luca

un francese said...

Lesandro , avevo capito l’ironia del tuo post.

Luca : "Sono "Romano de Roma" ed il gusto per la battuta è nel mio DNA..."

Per aver vissuto il dopo finale dei mondiali a Roma, ho avuto modo per accorgermene!!! :-))) Mezzo milione di persone a scandire da Circo Massimo :"Zidane, la tua madre è una puttana" aspettando la squadra azzurra vittoriosa mi è sembrato di ottimo gusto!

Quest'episodio non è stato riportato dai media francesi, forse perché non serve alimentare un odio ridicolo di un nazionalismo desueto.

Invece appena c’e una pubblicità di dubbio gusto nei Vostri confronti, i vostri media se ne accaparrano. Bisogna vendere carta…

:-))

Scherzo a parte un saluto.

Lesandro said...

Aspetta un attimo però, il tifo da stadio è una cosa, una pubblicità che passa quotidianamente in televisione è un altro. Il primo non richiede necessariamente 'ottimo gusto' ed è, almeno nel caso dei mondiali di calcio, necessariamente 'nazionalizzante'. La seconda invece richiederebbe un filo in più di posatezza e discernimento, non credi?

Anonymous said...

Quoto quello che ha detto lesandro, in merito alla pubblicità, rimanendo fermo il ribadire che è di cattivo gusto o diseducativo o fuorviante tutto quello che veicola un messaggio attraverso stereotipi o luoghi comuni,estremizzandoli, sia la pubblicità della peroni sia quella della lavazza (anche se in quest'ultimo caso tenderei a sminuirne il messaggio fuorviante, se non altro perchè gli svizzeri e gli scozzesi hanno un pesante accento romano! e più che autoctoni sembrano dei guitti di 4° ordine che si "inventano la vita", da bravi italiani), non vedo la similitudine tra il tifo da stadio legato tra l'altro ad un evento di breve durata, ed una campagna pubblicitaria ragionevolmente con un'aspettativa di impatto comunicativo maggiore.
Ritengo molto più diseducativa e di cattivo gusto la pubblicità della vigorsol con lo scoiattolo petomane che tanti cori da stadio dei quali, sono stato fatto oggetto in svariate occasione da tifosi di squadre avversarie, ribadendo che la differanza è data dal contesto.
Senza scegliere nel sociologico, zidane negli ultimi mondiali si è semplicemente fatto "simbolo" dell'avversario sportivo sconfitto, dando l'impressione di essere un "rosicone" quindi divenendo il "parafulmine per le celebrazioni della vittoria", assolutamente niente di personale, solo che zidane ha più rime di Domenech (altro fulgido esempio...).

Passo chiudo e Saluto

LCK

P.S.
Comunque eravamo in 786.967 a circo massimo, nel merito:
Abate Abelardo
Abate Alessandro
Abate Antonio
.....

;-)))

Anonymous said...

Chapeau!
Chapeau a un francese che ha vissuto la finale dei mondiali a Roma!
Se lo avessi detto fin dall'inizio avresti avuto l'occasione di cogliere la sottile sfumatura che connota,a mio parere,gli italiani.
Come tutti sono un po' tutto,solo che mai, a sangue freddo, sarebbero capaci d'infierire ulteriormente e, al posto di tante
frecciatine, ti saresti trovato tanti virtuali inviti a gustare
un caffè insieme.
Lo faccio io, ma ti avverto, il barman è scozzese!
Con amicizia

Tania